Calice

Calice in argento cesellato, sec. XVII (fine), sec. XVIII (primo decennio)
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Corredo liturgico
Nazione, Regione, Provincia
Italia
Citt�
L'Aquila
Luogo di conservazione
Museo Nazionale d'Abruzzo
Luogo di collocazione
Oreficeria e tessuti
Materia e tecnica
Argento cesellato
Autore
Datazione
Sec. XVII (fine) - Sec. XVIII (primo decennio)
Provenienza
L'Aquila - Cattedrale di San Massimo
Dimensioni
h. 27 cm, diam. base 14 cm, diam. coppa 9 cm
Diritti oggetto digitale
PSAE AQ

Descrizione breve

Il calice, realizzato in argento lavorato "a giorno", poggia su una base mistilinea riccamente decorata con volute vegetali tra le quali si affacciano testine angeliche e i monogrammi della Vergine e di San Bernardino. Il ricco repertorio si svolge anche sul nodo a vaso e sulla sottocoppa dove compaiono pampini e grappoli d'uva, alludenti al sacrificio eucaristico.

Bibliografia

E. Mattiocco, Orafi e Argentieri d'Abruzzo dal XIII al XVIII secolo, Lanciano 2004.

M. Moretti, Il Museo Nazionale d'Abruzzo nel Castello Cinquecentesco dell'Aquila, L'Aquila 1968, pag.116.

Commenti

L'opera mostra stilemi legati alla tradizione seicentesca, ma attardatisi nel secolo successivo. Non sono presenti punzoni, ma la sagoma strutturale e il repertorio figurativo alquanto comune, suggeriscono una matrice napoletana ed una esecuzione tra la fine del XVII secolo ed il primo decennio del XVIII.