Plastico del Castello

Il plastico del CastelloIl plastico apparteneva alla collezione realizzata attorno alla metà del XVIII secolo da Giovanni Carafa, duca di Noja, per Carlo di Borbone. Il Carafa (1715 - 1768) è l'autore della celebre Mappa topografica della città di Napoli e de' suoi contorni, pubblicata postuma nel 1775. La raccolta, ubicata originariamente nella reggia di Capodimonte, era costituita, oltre a questo dell'Aquila, da nove altri modelli: quello del Castel S. Elmo di Napoli, quelli dei castelli di Bari, Barletta, Trani, Monopoli, Gaeta, Siracusa, Portolongone e quello, oggi disperso, Pianta dei sotterranei del Castellodi Messina. Trasferita prima nell'Officio Topografico, quindi, dal 1872, nel Museo Nazionale di S. Martino, la collezione fu smembrata tra il 1966 ed il 1972, anno in cui il modello del Castello dell'Aquila fu trasferito in deposito presso il Museo Nazionale d'Abruzzo, dove si trova oggi esposto nella Sala del Gonfalone.
Nonostante il non eccellente stato di conservazione - sono andati perduti, tra l'altro, il ponte, il portale d'ingresso, il loggiato retrostante il prospetto di sud-est - esso fornisce preziose informazioni sullo stato della costruzione alla metà del secolo XVIII, prima delle trasformazioni e superfetazioni ottocentesche. Una parte della costruzione presenta ancora i caratteristici merloni sangalleschi "a mezzo giro", degradanti verso l'interno a ripiani e tagliati da una fessura orizzontale per il tiro degli archibugi, che furono sostituiti in seguito da merli a scarpa terrapienati. Si apprezza in tutta la sua imponenza la cinta esterna di difesa, accessibile dal fossato attraverso scalette elicoidali e botole di sortita, costruita non molti anni prima della realizzazione del modello.

Bibliografia
- M. Congeduti, Il forte dell'Aquila, Soprintendenza per i B.A.A.A.S. per l'Abruzzo, Collana "Quaderni Didattici", n. 1, L'Aquila 1982, pp. 52-54;
- J. Eberhardt, Das Kastell von L'Aquila - Il Castello di L'Aquila, trad. di G. Mucciante, Amministrazione Provinciale dell'Aquila, L'Aquila 1994, pp. 208-211;
- AA. VV., Guida alla visita dei Musei Statali d'Abruzzo, Soprintendenza per i B.A.A.A.S. dell'Abruzzo, Teramo 2000, p. 39.