Ventagli artistici antichi

A seguito della Mostra Ventagli ed ornamenti preziosi dal XVII al XX secolo realizzata nel 2003, occasione in cui la collezionista Linda Bennati De Dominicis ha partecipato con la sua cospicua raccolta di ventagli, è nata l'idea della donazione in ricordo delle origini aquilane della stessa donatrice.
Le raccolte del Museo Nazionale d'Abruzzo si arricchiscono così di settantadue preziosi ventagli cronologicamente compresi tra gli inizi del XVIII e la metà del XX secolo, di ambito sia orientale che europeo, caratterizzati dall'impiego di svariati materiali e tecniche di esecuzione, che illustrano tre secoli di storia dell'alta società e l'evoluzione della moda femminile.
Il percorso espositivo accosta piccoli capolavori d'arte del secolo XVIII, periodo di maggiore diffusione del ventaglio, a manufatti di estrema singolarità, realizzati in pizzo ad ago, a fuselli e in ricamo, del XIX secolo. Si segnalano inoltre i pubblicitari del XX secolo che, utilizzati per reclamizzare prodotti, segnano la decadenza e quindi la scomparsa del ventaglio quale accessorio dell'abbigliamento femminile.
A complemento d'arredo sono stati inseriti preziosi manufatti provenienti dalla Casa Museo Signorini Corsi per ricreare l'atmosfera dell'epoca; è stato inoltre prodotto un video che illustra la storia del ventaglio attraverso i dipinti di artisti come Tiziano, Lotto, Veronese, dal Rinascimento al Novecento.
Una donazione così specifica, oltre a costituire un vero e proprio patrimonio sopravvissuto alle diverse vicende ed una fonte di notizie storiche, accresce il prestigio del Museo, che viene quindi a collocarsi tra i primi a custodire oggetti unici nel loro genere. 
 

BREVE STORIA DEL VENTAGLIO