Chiesa di San Filippo

Tipo
Chiesa
Nazione
Italia
Regione
Abruzzo
Provincia
L'Aquila
Comune
L'Aquila

Descrizione

La fondazione della chiesa avvenne nella prima metà del XVII sec.(3 ottobre 1637) e in soli 23 anni furono portate a termine le strutture fondamentali dell’edificio: l’abside e la cupola. Il Vicari in “La chiesa di S. Filippo Neri e il barocco aquilano”, riporta che la chiesa fu ufficialmente consacrata e aperta al culto nel 1661. La costruzione della chiesa fu l’affermazione nell’ambito cittadino dell’ordine dei Filippini, furono sostenuti dalla popolazione nella realizzazione di un centro dell’ordine capace di contrastare il potere spirituale di un altro ordine religioso che si stava insediando a L’Aquila, i Gesuiti. La fabbrica procedette speditamente, anche se la facciata restò senza rivestimento, come ancor ’oggi si può ammirare. Il prospetto principale, con terminazione a capanna, presenta un portale completo con stipiti in pietra squadrata fregio e cornice rialzata su volute angolari. La pianta a croce latina con una cupola ottagonale sul transetto, che fu completamente distrutta nel terremoto del 1703 e ricostruita intorno al 1708. Affiancato alla chiesa e contemporaneamente ad essa, furono edificati il convento dei Filippini e un oratorio di laici. Quando nel 1862 l’ordine dei Filippini fu soppresso, la chiesa e il complesso passarono per breve tempo ai Redentoristi, per poi essere definitivamente chiusa al culto e confiscata dal Comune.